PROTOCOLLO D’INTESA PER L’ISTITUZIONE DEL TAVOLO PER LO SVILUPPO

TRA

Città di Moncalieri, C.F. n. 01577930017, con sede in Moncalieri, P.zza Vittorio Emanuele II n. 1, rappresentato dal Sindaco pro-tempore, Paolo Montagna, nato a Moncalieri il 17.07.1978, ed domiciliato per il presente Protocollo presso la sede dell’Ente in Moncalieri, P.zza Vittorio Emanuele II n. 1, ed autorizzato alla stipulazione del presente atto dalla Deliberazione della Giunta Comunale n. 418 del 26.11.2015;

E

Politecnico di Torino, C.F. n. 00518460019, con sede legale in Torino, Corso Duca degli Abruzzi n. 24, rappresentato dal Rettore Prof. Marco Gilli, nato a Torino l’11.07.1965, domiciliato per il presente Protocollo presso la sede dell’Ente in Torino, Corso Duca degli Abruzzi n. 24, ed autorizzato alla stipulazione del presente atto giusta delibera del Consiglio di Amministrazione del 27.5.2015;

E

CGIL, C.F. n, 80086100015, con sede legale in Torino, Via Pedrotti 5, rappresentata da Pietro Passarino, nato a Misilmeri (PA) il 14.04.1957, componente della Segreteria Provinciale, e da Antonio Scibilia, nato a Oppido Mamertina (RC) il 10.07.1953, Responsabile di Zona Torino Sud; E CISL, C.F. n. 97504970019, con sede legale in Torino, Via Madama Cristina n. 50, rappresentato da Angela Kalaydjian nata a Buenos Aires (Argentina) il 30.05.1951, componente della Segreteria Provinciale;

E

C.F. n. 80089050019, con sede legale in Torino, Via Bologna n. 11, rappresentata da Francesco Lo Grasso, nato a Torino il 30.07.1951, componente della Segreteria regionale; E Società di mutuo soccorso Edmondo De Amicis, C.F. n. 01160050017, con sede legale in Torino, Corso Casale 134, rappresentato dal Legale Rappresentante Giorgio Oreste Viarengo, nato a Torino il 15,01.1954;

E

Consorzio Vadò, C.F. n. 80104310018, con sede legale in Torino, Via San Secondo 35, rappresentato dal Presidente, Massimo Pedrana, nato a Torino il 03.07.1952;

PREMESSO CHE

La grave crisi produttiva ed occupazionale ed i perduranti processi di deindustrializzazione insistenti da diversi anni sul territorio hanno inciso profondamente sul tessuto locale.

Le nuove sfide che le Amministrazioni Locali sono chiamate ad affrontare necessitano del coinvolgimento dell’intera comunità locale: dai decisori, alle forze economiche e sociali, ai centri del “sapere” capaci di esprime cambiamento, elaborare visioni, intercettare nuove energie e traiettorie di sviluppo.

La capacità di un determinato contesto territoriale di gestire e reagire alla situazione attuale si misura in termini di resilienza, intesa come capacità di un sistema di assorbire e rispondere alle perturbazioni esterne giungendo ad un nuovo equilibrio di sistema destinato a permanere nel lungo periodo.

Nell’attuale fase di transizione verso nuovi modelli di sviluppo occorre quindi coinvolgere tutte le CGIL, CISL e UIL, organizzazioni sindacali confederali, intendono operare per avviare una sede di confronto, di elaborazione e di stimolo alla iniziativa orientata ad affrontare la grave crisi produttiva ed occupazionale ed i processi di deindustrializzazione che insistono sul nostro territorio, contribuendo alla promozione di interventi volti a costruire risposte alle situazioni di crisi produttiva ed occupazionale in atto. Intendono inoltre sollecitare responsabilità, reperire risorse per favorire ipotesi di rilancio qualificato ed eco-sostenibile per le aziende interessate e per lo sviluppo del territorio, guardando alla necessaria innovazione di prodotti e di processi Un confronto che guardando a nuove attività, nuovi investimenti non tralasci il patrimonio di know- how professionale e di esperienze esistenti;

La Società di mutuo soccorso Edmondo De Amicis, nell’ambito del proprio progetto denominato “Forum. 2020”, si e’ fatta parte attiva nella creazione e sviluppo del Tavolo degli attori sottoscriventi il presente Protocollo II Forum 2020 infatti costituisce un progetto speciale attivo nell’ambito della SOMS Edmondo De Amicis per la riflessione e l’approfondimento delle tematiche del territorio e dèllo sviluppo locale: L’impegno. della SOMS E. De Amicis si è ispirato ed ancorato ai seguenti obiettivi del Forum: fungere da facilitatori all’interno della compagine dei partecipanti; svolgere funzioni e ruolo consoni al proprio know-how e competenze; assumere nel durante funzioni di supporto al Tavolo e di segreteria dello stesso (verbali, logistica, ecc); – fare da cerniera tra le esigenze esposte e portate avanti dagli esponenti Vadò e quanto già avanzato e maturato nell’ambito di precedenti attività di studio e approfondimento (convegni “La città che cresce”, oltre a studi specifici Forum2020); Animatori e coordinatori del progetto speciale Forum 2020 sono Giuseppe Bonino e Carlo Novarino, mentre nel contesto del. Tavolo di cui al presente Protocollo d’Intesa opera anche ufficialmente Mario Carducci ed altri professionisti Forum a seconda delle esigenze del progetto;

Il Consorzio Vadò, che conta a Moncalieri 120 aziende e circa 5 mila dipendenti, ha come finalità principale quella di favorire l’insediamento e la crescita di attività economiche nel territorio dell’area omonima, in una ottica di concertazione con gli enti pubblici e con gli organismi privati interessati; nel corso degli anni ha manifestato l’interesse ad una proficua collaborazione con l’Amministrazione locale al fine di coordinare le proprie iniziative ed instaurare un processo di consultazione in materia:

– semplificazione delle procedure amministrative che hanno o possono avere una ricaduta sull’attività delle aziende stesse come da Protocollo d’Intesa con il Comune di Moncalieri (ottobre 2014);

– rilevamento delle esigenze di manutenzione e sviluppo delle infrastrutture dell’area (DGC 14912015).

DATO ATTO CHE

I Soggetti citati in premessa intendono promuovere a Moncalieri:

– l’attivazione di una nuova sede permanente (Tavolo) di confronto, di elaborazione e di stimolo orientata ad affrontare la grave crisi produttiva ed occupazionale ed i processi di deindustrializzazione insistenti sul territorio, richiamando nuove risorse e responsabilità;

– un nuovo percorso inclusivo e qualificato in grado di- condurre alla elaborazione di una Smart Specialization Strategy (SSS) favorendo il trasferimento della ricerca accademica alle imprese e l’implementazione di azioni di consulting atte a precisi obiettivi di supporto e sostegno al tessuto industriale, e creando un contesto generale altamente competitivo, che possa anche diventare caso studio per l’intera area metropolitana da condividere a livello nazionale ed internazionale, individuando l’area produttiva di Vadò quale target dell’iniziativa, pur non costituendone il perimetro esclusivo.

Tra i Soggetti Promotori del presente Protocollo d’Intesa, nell’ambito delle rispettive autonomie,

SI CONVIENE QUANTO SEGUE

Art. 1— Finalità ed obiettivi
L’obiettivo generale che i Promotori del presente Protocollo d’Intesa intendono perseguire è avviare una collaborazione duratura, stabile e strutturata (Tavolo) a supporto dei processi di governance locale sui temi della Smart Specialization con l’intento di promuovere il patrimonio di risorse materiali e immateriali del territorio comunale di Moncalieri e del suo immediato contesto di riferimento (Zona Omogenea “Sud”), sviluppando strategie, policy e progettualità applicate in risorse materiali e immateriali del territorio comunale di Moncalieri e del suo immediato contesto di riferimento (Zona Omogenea “Sud”), sviluppando strategie, policy e progettualità applicate in di riferimento (Zona Omogenea “Sud”), sviluppando strategie, policy e progettualità applicate in ottica smuri, anche attraverso il confronto con alcune buone prassi avviate in altre aree urbane a livello regionale, nazionale e internazionale. livello regionale, nazionale e internazionale.

I Promotori individuano inoltre come obiettivo del Tavolo la ricerca e implementazione di attività, processi e strategie volti a promuovere e sostenere le specializzazioni, le competenze e le aziende esistenti sul territorio di riferimento, al fine di fornire adeguate risposte ed utili strumenti per il superamento dell’attuale fase congiunturale.

Art. 2 – Attività
Gli obiettivi afferenti il presente Protocollo d’Intesa saranno perseguiti attraverso «l’animazione del Tavolo, l’organizzazione e il coordinamento di attività serainariali, di ricerca, di approfondimento, di trasferimento della conoscenza e di formazione inerenti i temi di seguito elencati:
1. Energia
2. Rifiuti
3. Trasferimento Tecnologico
4. Infrastrutture, mobilità e trasporti
5. Ricerca
6. Servizi alle imprese e ai lavoratori
7. Sviluppo socio-economico e territoriale
I temi di intervento possono essere estesi e/o modificati di concerto tra i Promotori e possono essere approfonditi da Gruppi di Lavoro Tematici.

Art. 3 – Coordinamento delle attività e supporto
Il coordinamento delle attività sarà a carico della Città di Moncalieri che si attiverà per costruire piattaforme di integrazione tra azioni di ricerca e sviluppo industriale e territoriale, oltre che sinergie con la Regional Smart Specialisation Strategy e con. le politiche regionali e della Città metropolitana. Inoltre sarà cura del Comune di Moncalieri, e di tutti i Promotori, promuovere il coinvolgimento di altri attori.

Art. 4 – Impegni delle parti
La sottoscrizione del presente Protocollo d’Intesa non comporta alcun onere economico-finanziario a carico dei Promotori, in quanto la collaborazione tra i Soggetti firmatari verrà gestita attraverso la valorizzazione delle strutture e delle risorse umane a disposizione di ciascun firmatario. Eventuali costi (quantificati preventivamente di concerto tra le parti) relativi alla realizzazione di specifiche attività (di cui all’art. 2) potranno essere sostenuti da uno solo dei sottoscrittori o in quota parte tra i medesimi, anche attraverso contribuzioni economiche, previa adozione degli atti amministrativi necessari per ogni Soggetto.

Per le attività individuate le parti si impegnano a:
I. Condividere dati ed esperienze;
2. Condividere scenari tecnologici ed individuare progetti di ricerca e sviluppo, i cui risultati avvantaggino la collettività;
3. Attivare collaborazioni tecnico-scientifiche focalizzate su temi specifici di reciproco interesse;
4. Collaborare nello sviluppo e nella promozione delle attività di interesse congiunto;
5. Partecipare congiuntamente a bandi e programmi di ricerca e di finanziamento regionali, nazionali, europei e internazionali;
6. Promuovere di attività di diffusione della cultura scientifica e tecnologica sul territorio.

Art. 5 — Promotori e Aderenti
Città di Moricalieri, Politecnico di Torino, CGIL, CISL, UIL, SOMS Edmondo De Amicis e Consorzio Vadò assumono la qualifica di Promotori.
Le finalità e le attività di cui al presente Protocollo d’Intesa saranno estese ad. altri Soggetti che parteciperanno al Tavolo in qualità di Aderenti, assumendo i medesimi impegni dei Promotori.
I Promotori intendono prioritariamente coinvolgere:
1. Regione Piemonte (in prirnis Assessorato alle Attività produttive, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti cori Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati e Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale);
2. Città Metropolitana di Torino (alla luce delle funzioni fondamentali attribuite dalrart 1 comma 44 della Legge 56/2014 in tema di sviluppo economico);
3. Enti e Centri di ricerca con competenze nei temi individuati dal presente Protocollo d’Intesa;
4. Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino;
5. Associazioni datoriali;
6, altri soggetti economici e sociali

Art. 6 – Durata
Per le finalità del presente Protocollo d’Intesa le parti si impegnano a collaborare fino al mese di maggio 2020. Ciascuna parte può liberamente recedere dal presente Protocollo di Intesa inviando apposita comunicazione alle altre parti con lettera raccomandata AJR o PEC. Il recesso avrà effetto trascorsi 3 mesi dall’avvenuta comunicazione.

Articolo 7 – Responsabili del Protocollo
Il Comune di Moncalieri indica quale proprio referente e responsabile del presente Protocollo il Sig. Lorenzo Fogliato.
Il Politecnico indica quale proprio referente e responsabile del presente Protocollo la Prof. Angioletta Voghera.
CGIL indica quale proprio referente e responsabile del presente Protocollo il Sig. Antonio Scibilia.
CISL indica quale proprio referente e responsabile del presente Protocollo la Sig.ra Angela Kalaydjian.
UIL indica quale proprio referente e responsabile del presente Protocollo il Sig. Francesco Lo Grasso.
SOMS Edmondo De Amicis indica quale proprio referente e responsabile del presente Protocollo il Sig. Giuseppe Bonino.
Consorzio Vadò indica quale proprio referente e responsabile del presente Protocollo il Sig. Massimo Pedrana.
Successivamente alla propria adesione, anche gli Aderenti individueranno un proprio Responsabile del Protocollo.
Letto, firmato e sottoscritto
Moncalieri, 10 02 12016 Promotori:
c Il 5 P

Politecnico di Torino
Il Rettore
Prof Marco iili

CGIL
Il referente Segreteria Prov.le
Pietro Passarino

Il Responsabile Torino Sud.
Antonio Scibilia

CISL
Il Responsabile
Angela Kalaydjian

UIL
Il Responsabile
Francesco Lo Grasso

Società di mutuo soccorso Edmondo De Arnicis
Il Legale Rappresentante
Giorgio Oreste Viarengo

Consorzio Vadò
Il Presidente
Massimo Pedona

PROTOCOLLO D’INTESA PER L’ISTITUZIONE DEL TAVOLO PER LO SVILUPPO

Adesione in qualità di Aderente della
Città Metropolitana di Torino

C.F. n. 01907990012, con sede in Torino, Via Maria Vittoria 12, rappresentata dal Consigliere delegato allo Sviluppo economico, Attività produttive, Lavoro, Formazione professionale, Francesco Brizio Falletti di Castellazzo, nato a Torino (TO) il 05.01.1961, e domiciliato per il presente atto presso la sede dell’Ente ed autorizzato alla stipulazione del presente atto dal Decreto n. 3950/2016;

Ai sensi dell’art. 7 la Città Metropolitana indica quale proprio referente e responsabile del Protocollo in titolo il Dott Mario Lupo.

Moncalieri, 10 i 02 f 2016
Consigliere delegato allo Sviluppo economico, Attività produttive, Lavoro, Formazione professionale Francesco Brizio Falletti di Castellazzo

X itleato i )111-) Li

PROTOCOLLO D’INTESA PER L’ISTITUZIONE DEL TAVOLO PER LO SVILUPPO

Adesione in qualità di Aderente della Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura di Torino
.F. n. 80062130010, con sede in Torino, Via Carlo Alberto 16, rappresentata dal Presidente, Ing.V incenzo Ilotte, nato a Torino il 02104/196e, e domiciliato per il presente atto presso la sede ell’Ente, ed autorizzato alla stipulazione del presente atto dalla Deliberazione n. 240 del 4/12/2015;

i sensi dell’art 7 la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura indica quale roprio referente e responsabile del Protocollo in titolo il Dott Fabio Boerio.

Moncalieri, 10 102 12016
Il Presidente Vincenzo Ilotte